Rosabeth Moss Kanter

Una visione non è solo l'immagine di ciò che potrebbe essere:
è un appello alla nostra parte migliore,
un richiamo a divenire qualcosa di più di ciò che siamo.
Rosabeth Moss Kanter

venerdì 15 gennaio 2016

Is this an Apple?? Surrealismo di una mela.


René Magritte, Souvenir de voyage, 1962.
 ... Una mela è una mela! Non per l'Arte!? Eh, sì. L'arte ha il grande potere di trasformare ciò che è reale ed ovvio ai nostri occhi, in qualcosa d'altro, in un nuovo mondo, visto con gli occhi dell'immaginazione e, a volte, della contraddizione!!!
Lo sapeva fare bene René Magritte: nei suoi dipinti trasformava gli oggetti collocandoli in contesti a loro sconosciuti e spesso modificando le dimensioni e la materia di cui sono realmente composti.
Un esempio è l'opera qui sopra intitolata La parola data II, in cui una mela dalle dimensioni improbabili diventa una roccia in un paesaggio marittimo al tramonto.
Osservando quest'opera mi è venuto in mente un lavoro da proporre ai miei alunni di prima ed ai bambini che ci verranno a trovare per l'OPEN DAY... Trasformiamo la superficie di una mela!
- Partiamo disegnando il frutto in modo realistico senza colorarlo.
- Procediamo disegnando una superficie diversa (legno, roccia...)


Navigando in rete ho trovato un sito interessante che dedica una lezione in perfetta sintonia con il mio progetto:  Julianna Kunstler  (clicca sul nome per visitare il sito) ha dedicato un post sulla trasformazione della mela!!!

EFFETTO PELO

EFFETTO LEGNO 

EFFETTO PIETRA 

EFFETTO CESTINO INTRECCIATO

ORA TOCCA A VOI!!!!!  
Potete copiare uno degli esempi qui sopra, ma abbiamo una varietà di textures naturali o artificiali da realizzare a nuovo!!
Guardate lo schema qui sotto... scegliete una superficie e disegnatela sulla mela seguendo la forma tondeggiante del frutto. In ultimo colorate rispettando i colori nel nuovo materiale! L'effetto surreale è assicurato ; )


                                    


Anch'io mi sono divertita un pò...guardate che mutazioni!?


Nessun commento:

Posta un commento